FRANCESCO COMITO

 

“Al momento, una delle giovani realtà pianistiche più promettenti” (Lo Schermo di Lucca);

“ Tra le giovani promesse del panorama pianistico italiano” (Lucca live);

“Giovanissimo e promettente talento del panorama pianistico italiano” (Il Tirreno di Livorno);

“Ha messo in mostra qualità tecniche eccellenti, al servizio di letture mai banali e, anzi, sempre ricercate” (Matteo Pappalardo, Gazzetta del Sud);

Francesco Comito nato il 13 Novembre,1990, a Messina, già all’età di 3 anni  inizia lo studio del pianoforte. 

A 11 anni entra in Conservatorio nella classe del M° Umberto Zamuner e prosegue i suoi studi con il M° Vincenzo Le Pera.

Nel settembre del 2010, si diploma al Conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Prosegue il suo percorso di formazione seguito dal M° Leonid Margarius e dalla Sig.ra Natalia Trull.

Si è esibito in stagioni concertistiche, festival e in importanti sale da concerto come: Musikverein di Vienna; il Museo di Alexander Scriabin in Mosca; Filarmonica Laudamo di Messina; “Lucca Classical Music Festival” in Lucca; “A.M.A Calabria; "Ravello Concert Society" in Ravello; "Liszt and Friends" a Roma; "Concerti del Tempietto a Roma”; "Boccherini Open" rassegna "Percorsi Musicali d'Autunno", nella sala concerti dell’Istituto Musicale Boccherini in Lucca.

Nel Concerto tenuto presso il Teatro di Marcello a Roma per il festival “Concerti del Tempietto” ha eseguito in prima mondiale la celeberrima sonata per violino in sol minore “Il Trillo del Diavolo” di Giuseppe Tartini trascritta per pianoforte dal compositore Andrea Massaria il quale gli ha dedicato l’opera.

È stato protagonista in una tournée in Brasile presso il “Clube de campo”, l’Auditorium della “Sociedade Brasileira de EUBIOSE” e l’Auditorium del “M.u.B.E” di San Paolo; in Inghilterra a Londra presso la Cattedrale “St. Sepulchre-Without-Newgate” e a Worthing per la stagione concertistica “The International Interview Concerts 2019 Series”; in Russia presso la sala grande della Filarmonica di Rostov sul Don e negli Stati Uniti d’America presso la Voertman Hall dell’ Università del Nord Texas a Denton.

 

È anche vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali ed è sempre accolto con entusiasmo per i suoi concerti sia dal pubblico che dalla critica.